Stitichezza, stipsi…tanti nomi per descrivere un fastidioso disturbo che affligge 4 milioni di persone. Il segreto per meglio controllare questo disturbo dipende da un cambiamento delle abitudini soprattutto alimentari e dello stile di vita.

Stitichezza: conosciamola meglio!

La stitichezza può colpire bambini, adulti e donne in gravidanza, secondo le ultime stime a soffrirne sono il 3-10% dei bambini, il 20-40% degli ultra sessantacinquenni e il 40% delle donne in dolce attesa.

Di stipsi (o stitichezza) si comincia a parlare quando la frequenza dell’evacuazione è inferiore a tre volte alla settimana a cui possono correlarsi altri sintomi:

  • dolori addominali
  • meteorismo (flatulenza e aerofagia)
  • gonfiore
  • difficoltà a espellere le feci
  • senso di evacuazione incompleta

La stitichezza da saltuaria diviene cronica quando i disturbi perdurano da almeno o più tre mesi nel corso dell’ultimo semestre.

Cause della stitichezza

Tra le cause della stitichezza troviamo:

  • il poco movimento: il movimento aiuta la peristalsi intestinale, e quindi favorisce la corretta evacuazione
  • la scarsa idratazione: l’acqua rende le feci più morbide
  • una ridotta assunzione di fibre
  • una dieta squilibrata
  • lo stress
  • l’assunzione di alcuni farmaci, come antiacidi, anti ipertensivi

    stitichezza
    Stitichezza e come combatterla! Photocredit: silviarita By: www.pixabay.com

Qualunque sia l’origine della stipsi l’iniziale trattamento è di tipo dietetico e quindi vediamo insieme i consigli alimentari per prevenirla e combatterla!

Stitichezza: consigli alimentari per combatterla e prevenirla

Ecco alcuni consigli per combattere la stitichezza, così da correggere con l’aiuto di uno specialista o di un nutrizionista il proprio stile alimentare.

Per combattere la stitichezza è necessario:

  • assumere ALMENO una porzione di verdure a pasto (cotta o cruda). Tra le verdure prediligere: spinaci, broccoli, zucchine, melanzane, carciofi
  • consumare almeno 2-3 frutti al giorno scegliendo tra kiwi, albicocche, pere, prugne e fichi. Se possibile mangiare la frutta con la buccia o cotta!
  • consumare almeno 2 volte a settimana i legumi, se presente meteorismo prediligerli passati o centrifugati
  • prediligere cereali integrali
  • aumentare l’apporto di acqua (almeno 2 litri al giorno)
  • ridurre il consumo di alcool
  • evitare cibi fritti e formaggi fermentati
  • introdurre nell’alimentazione giornaliera uno yogurt o una porzione di latte.

Vediamo ora i cibi da assumere con moderazione in quanto hanno un potere astringente:

  • Patate
  • Carote
  • Limoni
  • Riso
  • Banane

Stitichezza: dieta mediterranea, attività fisica e stile di vita regolare

La dieta mediterranea è un valido aiuto contro la stipsi perché contiene un alto quantitativo di fibre come frutta e verdura. Infatti, è proprio la carenza di frutta e verdura nella propria dieta che può far insorgere il problema della stitichezza!

stitichezza
Frutta e verdura contro la stitichezza Photocredit: silviarita By: www.pixabay.com

Seconda arma per combattere la stitichezza è senza dubbio regolarizzare il proprio stile di vita: la regolarità dei pasti è molto importante. Mangiare ad orari regolari, senza saltare i pasti e masticando lentamente (una eccessiva introduzione di aria potrebbe causare aerofagia o meteorismo), avere una regolare routine nell’utilizzo della toilette può aiutare a stimolare la funzionalità intestinale.

Da non dimenticare l’attività fisica, che insieme alla dieta è il rimedio migliore per combattere la stipsi! Camminare 20-30 minuti al giorno, fare ginnastica alternando attività più rilassanti come lo yoga o il ballo aiuta a regolarizzare l’intestino.

stitichezza
Attività fisica contro la stitichezza Photocredit: sasint By: www.pixabay.com

Molto importante è la regolarità nell’evacuazione bisogna concedere al nostro intestino il tempo necessario per favorirla. E’ fondamentale dare ascolto allo stimolo all’evacuazione. Reprimendolo si arriva alla stitichezza.

Stitichezza e lassativi naturali

Ci sono alimenti che hanno un naturale effetto lassativo e stimolano un intestino pigro. Tra questi ricordiamo i SEMI DI PSILLIO, SEMI DI CHIA e SEMI DI LINO che a contatto con l’acqua formano un gel che aumenta la massa fecale e la ammorbidisce. Vanno assunti lontano dai pasti, magari al mattino a stomaco vuoto. Tra gli alimenti con il più alto potere lassativo troviamo le PRUGNE SECCHE che possono essere consumate come spuntino e i KIWI, il loro elevato contenuto in fibre rende ideale il consumo di 2 di essi a colazione per attivare l’intestino.

Questi consigli sono puramente generali. Vi sono situazioni, per esempio, in cui è proprio l’eccesso di fibra a compromettere la corretta funzionalità intestinale! Inoltre la stipsi si può associare anche ad altre patologie come colite, meteorismo, o diverticolosi. Tutti casi che necessitano di una trattazione specifica. Quindi, se soffrite di questo problema non ricorrete al fai da te, ma chiedete un consulto per studiare la vostra situazione.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.