Se la nostra anima e il nostro organismo sono in armonia, tutto è pace, gioia e, conseguentemente, anche salute… Il conflitto e i disagi fisici iniziano quando la nostra personalità è trascinata fuori dal terreno predisposto dalla nostra anima per colpa delle nostre tendenze, dei nostri desideri materiali o sotto la spinta di altre persone, di episodi esterni o di stress. Ecco allora nascere le tensioni che si trasformano in rabbia, ansia, paura, malinconia e tristezza, da cui poi derivano malesseri che possono colpire varie parti del nostro corpo: cuore, reni, polmoni, fegato, stomaco.

Ricordiamoci sempre che le emozioni, anche se da noi considerate negative, hanno egualmente un forte potenziale energetico che può essere utilizzato positivamente. L’accettazione è un passo fondamentale verso la trasformazione creativa di quegli aspetti di noi che rifiutiamo. Se ci si rifiuta di sentire ed esprimere quello stato emotivo, non è possibile accettarlo e trasformarlo. I fiori di bach e altri rimedi naturali aiutano poi ad affrontare e risolvere molti di questi problemi. Vediamo come.

Scopri come combattere la negatività con i rimedi naturali
Scopri come combattere la negatività con i rimedi naturali (pixabay.com)

Come combattere la negatività: Rimedi naturali per sconfiggere la rabbia

Secondo la medicina tradizionale cinese, ogni emozione è collegata ad un organo del corpoe ha una sua specifica voce, cioè una modalità con la quale si esprime. La rabbia è collegata al fegato, alla cistifellea, all’urlo e al movimento. Sono manifestazioni di un fegato che sta bene il coraggio e l’iniziativa. Ira, aggressività e rabbia sono invece espressioni eccessive che danneggiano questo organo. Per salvaguardare il fegato è importante ricordare che i prodotti chimici, i farmaci e le droghe sono tra gli elementi più dannosi per la sua salute. Sono da evitare anche l’aceto, l’alcool, la carne, i formaggi grassi e le bevande molto fredde e ghiacciate.

Tisana salva fegato per sconfiggere la rabbia

Ottima la tisana al tarassaco (ad link) e l’olio essenziale di rosmarino. Se vogliamo fare la tisana al tarassaco possiamo prendere in erboristeria:

  • Tarassaco (rizomi) 30 g,
  • Curcuma (rizoma) 20 g,
  • Cardo Mariano (semi) 20 g,
  • Cumini (frutti) 10 g,
  • Menta (foglie) 20 g

Mettiamo un cucchiaio raso da minestra della miscela erboristica in 200 ml di acqua bollente, lasciamo in infusione per 10 minuti e consumiamo la tisana depurativa un paio di volte al giorno.

Come combattere la negatività: Depuriamo i reni per sconfiggere l’ansia

Secondo la medicina tradizionale cinese, la paura dirige il Qi, la nostra energia, verso il basso. I disturbi causati da una paura eccessiva sono legati a questo movimento e riguardano i reni. Se siamo timorosi, infatti, possiamo soffrire di incontinenza e enuresi, possiamo avere debolezza alle ginocchia o alla zona lombare che sono parti del corpo legate a questi organi. Uno squilibrio sui meridiani di rene e di vescica può enormemente minare la nostra salute fisica e far emergere come risultato apprensione, ansia, preoccupazione, comportamenti poco coraggiosi, eccessiva prudenza, timidezza, rossori e fobie.
Per eliminare al meglio i liquidi e rinforzare questi organi possiamo utilizzare alcuni alimenti preziosi per la nostra salute:

  • I fagioli azuki: piccoli fagioli rossi la cui forma ricorda non a caso quella dei reni, sono ottimi per rinforzarli. La loro acqua di cottura è un buon depurativo, possiamo berne mezzo bicchiere al giorno, per 4 giorni a settimana.
  • I finocchi, da consumare crudi o al vapore, aumentano la diuresi, come la lattuga e il radicchio.
  • Tra i cereali, i più indicati sono il mais e l’orzo. Di quest’ultimo, l’acqua di cottura, da bere più volte la settimana è ottima per disintossicare i reni da scorie e tossine. Nelle fragilità capillari, nelle malattie virali e nelle anemie, viene usata in dose massiccia, cioè più di 3 g al giorno.

Rimedi naturali per governare la paura, scacciare la tristezza e la malinconia

Per vincere la paura i fiori di Bach più adatti sono Rock Rose, Mimulus, Aspen, Cherry Plum e Red Chestnut.
La tristezza favorisce l’interiorizzazione e la sensibilità percettiva utili al polmone. Un’alimentazione moderatamente speziata e calda è opportuna in quanto è in grado di tonificare quest’organo, favorendo anche l’espulsione di muco e catarro. Sono indicati: zenzero, cipolla, aglio, erba cipollina, ravanelli e rape, miglio e amaranto tra i cereali.

Se ci sentiamo tristi possiamo agire sulle cause emotive della nostra malinconia usando i fiori di Bach (ad link). I più indicati sono: Star of Bethlem, Gentian, Mustard.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here