Il lavoro freelance viene praticato sempre da più persone, incrementando quella che è l’economia digitale che coinvolge circa 70 milioni di persone. Il freelance digitale ha sia lati positivi, ovvero lavorare da remoto, da soli e avere flessibilità sugli orari, ha però anche lati negativi sulla salute come suggerisce un nuovo studio di Oxford.

Il lavoro freelance danneggia la salute

Lo studio ritiene che questa modalità di svolgere il proprio lavoro causi gravi problemi ai lavoratori a causa di un orario di lavoro irregolare, concorrenza difficile e mancanza di protezione sociale.
“Le nostre scoperte dimostrano che l’autonomia di lavoro nella gig economy si va ad associare a lunghe ore di lavoro, irregolari e anti-sociali, che possono portare alla privazione del sonno e all’esaurimento”, afferma il dott. Alex Wood, co-autore del giornale.

Coloro che lavorano come freelance possono vivere in qualsiasi parte del mondo, mentre i datori di lavoro tendendo ad essere di paesi ad alto reddito come gli Stati Uniti o il Regno Unito. Ciò spinge i lavoratori ad adattarsi a diversi fusi orari e, nel caso dei paesi a basso reddito, queste differenze sono spesso significative. Inoltre, poiché il lavoro di gruppo può essere altamente competitivo, può spingere i lavoratori oltre i limiti ragionevoli.
“La natura competitiva delle piattaforme di lavoro online porta a un lavoro ad alta intensità, che richiede ai lavoratori di completare il maggior numero di lavori il più rapidamente possibile e soddisfare le richieste di più clienti, non importa quanto irragionevoli”, ha aggiunto Wood.

lavoro freelance
Lavoro freelance (unsplash.com)

Secondo lo studio, circa il 54% dei lavoratori partecipanti allo studio ha affermato che devono lavorare a velocità molto elevate e il 22% ha riferito dolore a causa del loro lavoro.
“Ciò è particolarmente sentito dai lavoratori poco qualificati, che devono completare un numero altissimo di lavori per poter vivere in modo dignitoso”, afferma il prof. Mark Graham, coautore. “Dato che c’è un eccesso di offerta di lavoratori con poche abilità e nessun potere contrattuale collettivo, la paga rimane bassa. Completare il maggior numero possibile di posti di lavoro è l’unico modo per vivere bene. “

Inoltre, senza la capacità di sindacalizzare e spesso direttamente in competizione gli uni contro gli altri, i liberi professionisti sono soggetti a logoramento mentale. Le comunità di freelance sui social media consentono ai lavoratori di sostenersi a vicenda e condividere le informazioni, dicono i ricercatori, ma ci sono ancora problemi di salute significativi per i dipendenti.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.