Cosa prendere per combattere i sintomi influenzali

La bella stagione è ormai alle nostre spalle. Presto avremo a che fare con l’influenza. Ciò che più causa disagio sono i sintomi che l’accompagnano come raffreddore, tosse, mal di gola e febbre. Prima di ricorrere alla medicina classica si può provare quella naturale assumendo Oscillococcinum, un medicinale omeopatico per l’influenza (ad link). Vediamo come funziona il suo principio attivo e come è composto.

Oscillococcinum: estratto di cuore e fegato d’anatra

L’oscillococcinum (termine coniato dal fisiologo francese Joseph Roy, vissuto tra il 1891 e il 1978) è un prodotto che si può trovare in farmacia e non serve la ricetta, contrariamente a vaccini o farmaci antinfluenzali. Molto utile per la prevenzione degli stati influenzali e, a differenza dei vaccini classici, non ha alcun effetto collaterale e va preso all’inizio della stagione invernale.

Questo medicinale omeopatico è prodotto dalla casa farmaceutica Boiron ed è ricavato dal cuore e dal fegato dell’anatra muschiata. Ogni dose ha 1 grammo di granuli di principio attivo e gli eccipienti sono naturali al 100%: saccarosio e lattosio. Ciò rende il prodotto non nocivo e assolutamente sicuro, anche in stato di gravidanza e allattamento.

Oscillococcinum
Raffreddore, tosse, mal di gola ed altri malanni di stagione, combattili con l’Oscillococcinum. Photo credit: Pixabay

Indicazioni terapeutiche dell’oscillococcinum

I granuli di oscillococcinum si sono rivelati utili per prevenire e combattere l’influenza e le altre patologie virali con sintomi legati alle vie respiratorie alte, le patologie che colpiscono stomaco e intestino (gastroenteriti), i banali raffreddori e le otiti.

Non appena compaiono i sintomi tipici dell’influenza (freddo, brividi, stanchezza, mal di testa, corpo dolorante e febbre) si consiglia di assumere questo preparato omeopatico immediatamente.

Come funziona l’oscillococcinum e come va preso

Parlare di vaccino non è proprio il termine più corretto quando si parla di oscillococcinum perché un vaccino ha alla base del suo funzionamento l’inoculazione di sostanze (in dosi infinitesimali) che provocano in un paziente sano sintomi simili a quelli della malattia ma molto più blandi, che l’organismo sopporta con facilità. Più che vaccino dovremmo chiamare l’oscillococcinum uno stimolatore del sistema immunitario, cioè aiuta il corpo a combattere la malattia.

Certo è che questo medicinale omeopatico è utile a chi non può sottoporsi al vaccino tradizionale: diabetici, cardiopatici, asmatici o persone con malattie renali.

Per quanto riguarda il modo d’uso c’è da ricordare che va preso a digiuno, come ogni farmaco omeopatico. Va assunto la mattina e sarebbe utile, per avere degli effetti positivi, iniziare verso la metà di ottobre, proprio quando inizia a girare l’influenza.

La dose granulare va fatta sciogliere sotto la lingua con una frequenza di 6 ore per gli adulti mentre per i bambini basta una dose a settimana.

Con la comparsa dei primi sintomi influenzali va assunta una dose che andrà ripetuta a intervalli regolari. Nel momento in cui l’influenza è presente, bisogna assumere una dose la mattina e una la sera per circa 3 giorni.

L’oscillococcinum non ha effetti collaterali gravi ma chi è intollerante al lattosio o chi è diabetico dovrebbe evitarlo a causa degli eccipienti.

Non vi sono controindicazioni o precauzioni d’uso per l’oscillococcinum e può essere assunto anche da chi mostra sensibilità ai farmaci anti-infiammatori (FANS).

ATTENZIONE: Le informazioni contenute sul sito hanno esclusivamente scopo informativo. In nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata.


Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here