Conosci le tecniche di meditazione? Scopriamole insieme!

Perché meditare? E’ scientificamente provato che la meditazione ha effetti benefici su corpo e mente e aiuta a trovare una maggiore consapevolezza si se stessi e sulle strade da prendere. Scopri le tecniche di meditazione.

Perché meditare fa bene alla mente?

La parola “meditazione” deriva dal latino “meditatio” che significa riflessione. Si tratta quindi di concentrare il proprio pensiero, riflettere, fino ad arrivare a sgomberare totalmente la mente. Normalmente, siamo abituati a prestare più attenzione a quello che avviene fuori di noi piuttosto che a noi stessi, e questo ci fa vivere male. La meditazione aiuta a trovare la consapevolezza e la concentrazione necessarie ad attivare la mente ed eliminare i pensieri superflui o rimandarli a quando ci sarà tempo, se mai ci sarà. Scopriamo quali tecniche di meditazione esistono e quali sono i benefici.

tecniche di meditazione
Meditare fa bene alla mente (pixabay.com by leninscape)

Conosci le tecniche di meditazione? Scopriamole insieme!

Esistono diverse tecniche di meditazione, tutte con due caratteristiche richieste: il tempo da dedicare esclusivamente a questa attività ed una predisposizione di animo adatta. Le tecniche di meditazione più conosciute ed utilizzate sono:

  • Meditazione Buddista: non è una semplice forma meditativa,  bensì un vero e proprio stile di vita. La base della meditazione Buddista infatti è proprio quella di liberarsi delle condizioni e dei sentimenti negativi che affollano la propria mente tra i quali spiccano: invidia, odio, gelosia. Tutto questo processo richiede una profonda valutazione dell’Io per poter essere in grado di spogliarsi delle emozioni sopra menzionate e di rivestirsi invece di consapevolezza, amore per sé e per gli altri.
  • Meditazione Zen: il termine corretto è “meditazione Zazen” ed è una forma specifica della meditazione Buddista di stampo giapponese. Si tratta di una forma che si compone di tre fasi specifiche, che mirano al controllo del proprio respiro, della postura e del pensiero. Oltre che una forma di pura espressione spirituale, può essere un valido aiuto nel trattamento delle forme di ansia e stress.

    Conosci le tecniche di meditazione?

  • Meditazione Tibetana: è il secondo ramo che prende origine dalla meditazione Buddista. Due sono le tipologie di meditazioni proposte, quella analitica, di riflessione, e quella concentrativa, di tipo spontaneo. Si tratta di un percorso di consapevolezza interiore. Ma anche una tendenza ad abituarsi ad una nuova visione del mondo, volta a non danneggiare alcun altro essere vivente.
  • Tantrica: è spesso considerata una pratica unicamente legata alla sessualità, che in effetti ha un ruolo in questo tipo di meditazione, ma non certo principale. Si tratta infatti di una meditazione legata all’evoluzione interiore, all’armonia e alla ricerca di livelli di coscienza più profondo cui si arriva solo dopo aver portato a termine lo studio dei testi sacri.
  • Meditazione Trascendentale: si basa sulla ripetizione per alcuni minuti, due volte al giorno, di uno specifico suono (mantra). Permetterebbe alla mente di raggiungere uno stato naturale di “consapevolezza senza oggetto” o “senza pensieri” chiamato “trascendenza”. Il quale rilasserebbe profondamente il corpo e rinfrescherebbe la mente stessa, apportando vari benefici al praticante.
Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.