Una delle infiammazioni alle vie orali più comuni nei soggetti di età adulta è la parodontite. Conosciuta anche come piorrea, la parodontite rappresenta una delle più temute patologie dei denti in quanto ne provoca la caduta permanente al raggiungimento dello stadio avanzato. Per poter evitare che tale problematica insorga o si aggravi è possibile seguire alcune indicazioni utili.

Consigli per prevenire l’insorgere della parodontite

La parodontite è causata dalla crescita di batteri nei tessuti e nelle ossa dei denti, che ne intaccano la salute e provocano la formazione di tasche parodontali. Le cause della formazione di tale infiammazione possono essere dovute a diversi fattori, tra cui l’ereditarietà, lo stato di salute e le cattive abitudini.

Per poter prevenire la manifestazione di questa patologia basta seguire alcuni semplici e validi consigli relativi all’igiene orale. Lavare i denti con costanza e con i prodotti indicati può essere un aiuto concreto per tutelarsi dalla parodontite. In particolare:

  • lavare i denti 3 volte al giorno
  • preferire l’utilizzo dello spazzolino elettrico a quello manuale
  • spazzolare i denti per 4-5 minuti
  • usare il collutorio antiplacca e un dentifricio delicato specifico

Si può in aggiunta effettuare un esame per sapere se esiste una predisposizione famigliare all’insorgere della malattia.

parodontite o piorrea
Parodontite (o piorrea), si può curare e guarire. Photo credit: Kjerstin Michaela by Pixabay

Con quali sintomi si manifesta la parodontite

La manifestazione più estrema della formazione della parodontite è la perdita dei denti. Prima che si raggiunga tale condizione ci sono altri sintomi da non trascurare e riguardano soprattutto le gengive. Il cambiamento di colorazione delle gengive ad esempio può essere un forte segnale di avvertimento di un’infiammazione dei tessuti in corso. Un altro importante indizio è il gonfiore gengivale, sentore che è necessario curare maggiormente l’igiene della bocca con i prodotti corretti e con crescente impegno. Non bisogna infine ignorare l’indebolimento delle gengive, dovuto al rilassamento e alla riduzione delle funzionalità dei tessuti provocati dai batteri sviluppatisi all’interno.

Parodontite: come curarla e guarire

Curare la parodontite è possibile. Nelle cliniche dentali specializzate l’eliminazione dei batteri avviene tramite il curettage, il procedimento più indicato per pulire in maniera profonda le tasche gengivali nelle quali il tartaro si è accumulato. Un’alternativa all’intervento chirurgico è poi la tecnica laser, che garantisce un’operazione di successo priva di ferite e di tecniche anestesiologiche.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.