Il colpo di frusta è un evento traumatico che interessa il collo, causato da un improvviso movimento della testa. Di solito migliora dopo circa 2-3 mesi. Conosciamo meglio questo fastidioso evento e scopriamo quali possono essere le cause, i sintomi e tutti i consigli per capire cosa fare in caso di Colpo di frusta.

Colpo di frusta: cause

Molto spesso il colpo di frusta è la conseguenza di un incidente stradale, soprattutto quando il veicolo subisce un tamponamento violento. Durante il tamponamento, si verifica un meccanismo di accelerazione-decelerazione del tratto cervicale. Il sedile con il conducente subiscono una forte accelerazione che li proietta in avanti. Il peso del capo tende a subire un brusco movimento all’indietro (iperestensione). Dopo di che il capo viene proiettato in avanti (iperflessione) con velocità maggiore rispetto al corpo.

Il colpo di frusta si può verificare anche a seguito di una caduta o a causa di eventi traumatici legati a infortuni sportivi.

Colpo di frusta: conseguenze più comuni

La conseguenza più comune del colpo di frusta è lo stiramento dei muscoli e la lesione dei legamenti della zona cervicale. L’entità delle lesione è direttamente proporzionale all’intensità e violenza dell’impatto.

Nei colpi di frusta meno gravi si hanno di solito lesioni muscolari e legamentose, che non vanno sottovalutate, in quanto, sono la causa delle classiche contratture muscolari da riflesso protettivo. Nel caratteristico colpo di frusta, si verifica solo uno stiramento dei muscoli e legamenti cervico-nucali, le fibre muscolari si sfilacciano ma senza lacerazione. Nei casi più gravi si può arrivare alla completa lacerazione delle fibre (strappo muscolare), ma anche a danni articolari (fratture, erniazioni) o compromissione dei nervi (cervicobrachialgie). A volte si possono manifestare alterazione della colonna, della postura e dell’articolazione temporo-mandibolare.

Sintomi comuni del colpo di frusta

  • Dolore al tratto cervicale, con irradiazione alla nuca e al tratto dorsale
  • Rigidità del collo con difficoltà nei movimenti (estensione, rotazione, inclinazione laterale)
  • Dolore alla palpazione dei muscoli del collo e dorso
  • Mal di testa, nausea,vertigini e ronzii alle orecchie

Sintomi più gravi del colpo di frusta

  • Parestesie (formicolii e addormentamenti) alle braccia e mani
  • Sciatalgie
  • Debolezza muscolare di braccia e gambe
  • Dolori dell’ATM (articolazione temporo-mandibolare)
Colpo di frusta, Whiplash injury: cause, sintomi e cosa fare
Colpo di frusta, Whiplash injury: cause, sintomi e cosa fare (pixabay.com)

Classificazione del colpo di frusta

  • Grado 1: dolore al collo con rigidità e tensione
  • Grado 2: dolore con segni muscolo scheletrici
  • Grado 3: dolore con segni neurologici
  • Grado 4: dolore con sospetta frattura o dislocazione

Non è detto che i sintomi compaiano subito. Possono presentarsi anche fino a 48 ore dopo aver subito il trauma.

Consultare un medico o dirigersi immediatamente al pronto soccorso se:

  • si hanno formicolii e addormentamenti di una o entrambi le parti del corpo
  • si riscontrano problemi nella deambulazione e nello stare dritti
  • il dolore è molto forte e non passa con antidolorifici e antiinfiammatori
  • si percepisce una sensazione di “shock elettrico” nel collo e nella schiena che si irradia alle braccia e alle gambe
  • si avverte una sensazione di debolezza delle braccia e delle gambe (deficit di forza)

Questi sintomi possono indicare un danno nervoso.

In caso di sospetta frattura o danno nervoso, gli esami eseguiti sono la TAC e la radiografia.

Dopo un colpo di frusta, è comunque consigliato recarsi al pronto soccorso; se l’esame radiologico non evidenzia la presenza di fratture o instabilità vertebrale, è necessario individuare cosa sono le cose da fare e quelle da evitare.

Cose da fare in seguito ad un colpo di frusta

  • Prendere antidolorifici o antiinfiammatori
  • Cercare di mantenersi attivi, in quanto, un riposo eccessivo tende a ritardare la guarigione cronicizzando i sintomi. Quindi è importante continuare a praticare le attività di vita quotidiana anche con un pò di dolore

Cose da evitare

  • Usare un collarino (a meno che non sia stato prescritto da un medico, come in caso di frattura) , in quanto l’immobilità tende ad aumentare la rigidità e peggiorare i sintomi
  • Riposare per lunghi periodi

Colpo di frusta trattamento

  • Farmaci antidolorifici, antiinfiammatori, miorilassanti
  • Fisioterapia
  • Massoterapia
  • Terapie fisiche
  • Supporto psicologico

La fisioterapia è indispensabile a seguito di un colpo di frusta. Già dai primi giorni è possibile iniziare con degli esercizi isometrici e massaggi decontratturanti.

In seguito si può procedere con terapie manuali, tecniche di pompage, trattamenti osteopatici, tecniche di energia muscolare, terapia in acqua ed esercizi attivi. Le terapie fisiche, grazie all’effetto antalgico e curativo, sono utili per accelerare il processo di guarigione ed hanno un effetto antiinfiammatorio e rilassante. Le più utilizzate sono la ionoforesi, l’elettroterapia, la tecarterapia e la laserterapia.

Un percorso di riabilitazione posturale è inoltre efficace per prevenire la ricomparsa di sintomi e per mantenere i risultati ottenuti. Eseguendo cicli di sedute una volta alla settimana. I sintomi del colpo di frusta NON vanno trascurati, in quanto potrebbero ricomparire dopo molti mesi con dolori e problemi più seri ed irradiarsi su tutta la colonna anche nella zona lombare e sul sacro.

Molte persone potrebbero inoltre trovare beneficio da un supporto psicologico per ridurre gli stati di ansia, stress e insonnia che si possono manifestare dopo il colpo di frusta e che tendono a rallentare la riabilitazione e la guarigione dell’individuo.

Seguire un percorso riabilitativo è di fondamentale importanza perché assicura un recupero migliore dall’infortunio e riduce il rischio di cronicizzazione dei sintomi.

Colpo di frusta, Whiplash injury
Colpo di frusta, Whiplash injury: cause, sintomi e cosa fare (pixabay.com)

Colpo di frusta: consigli

Esistono degli accorgimenti che possono essere messi in atto per rinforzare i muscoli del collo e proteggerlo dalle continue sollecitazioni quotidiane.

  1. Praticare attività fisica e mantenersi in buona salute. Non esiste un’attività fisica specifica, qualsiasi movimento che coinvolga gli arti superiori può aiutare. Ovviamente praticare esercizi e stretching per il collo, offre migliori benefici, dando modo alla muscolatura cervicale di acquisire forza ed elasticità proteggendo la zona da eventuali traumi.
  2. Modificare la postura quando si è davanti al PC, regolando la posizione dello schermo e l’altezza del desk e della sedia, cercando di mantenere una postura corretta.
  3. Durante la guida mantenere la schiena ben appoggiate al sedile, regolando il poggiatesta (non superare i 6 cm di distanza dall’occipite).
  4. Evitare di assumere posizione dolorose e di rimanere nella stessa posizione troppo a lungo.
  5. Evitare di dormire in posizione prona con la testa piegata da un lato, è consigliabile usare un cuscino ortopedico per il dolore cervicale.
  6. Non sollevare carichi pesanti se il dolore cervicale è in fase acuta, infatti sovraccarichi eccessivi dei muscoli del collo rientrano tra le cause principali di dolore cervicale.

Leggi anche “Dolore alla caviglia: le cause più comuni e i rimedi


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici. Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!
Desidero inviare a Moondo una mia libera donazione (clicca e dona)

GRATIS!!! SCARICA LA APP DI MOONDO, SCEGLI GLI ARGOMENTI E PERSONALIZZI IL TUO GIORNALE



La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche: