Integratori

Integratori, tutto quello che devi sapere ed i falsi miti

Sempre più spesso coloro che praticano con costanza attività sportiva ricorrono agli integratori: bibita o pastiglia non fa differenza. D’altronde non v’è sportivo in TV che alla fine del suo sforzo, prima della fatidica intervista, non tracanni un qualche beverone colorato. Andiamo con cautela e cerchiamo di fare chiarezza, dividendo quella che è una necessaria “integrazione” di quanto non è possibile integrare con una dieta corretta (carenze di fibre, vitamine o sali minerali) per motivi fisiopatologici, o a seguito di una intensa attività fisica, con l’ennesima moda del momento.

La richiesta di benessere da parte dei consumatori spinge verso un uso crescente degli integratori alimentari, stime parlano di un utilizzo pari ad un italiano su due.
Gli integratori alimentari, a base di nutrienti o altre sostanze ad effetto nutritivo o fisiologico, sono utilizzati per favorire il regolare svolgimento delle funzioni dell’organismo senza alcuna finalità di cura. L’impiego di tali prodotti deve avvenire in modo consapevole e informato sulla loro funzione e le loro proprietà per risultare sicuro e utile sul piano fisiologico, senza entrare in contrasto con la salvaguardia di abitudini alimentari e comportamenti corretti nell’ambito di un sano stile di vita.

L’acquisto di un integratore non richiede il parere del medico. D’altronde i principi attivi ed i dosaggi in essi contenuti, sono considerati “sicuri” dal momento che, prima di poter essere messo in commercio, un integratore deve superare un controllo: solo dopo la notifica delle relative ricette i nuovi preparati possono essere inclusi nel Registro degli integratori alimentari.

Insomma facciamo attenzione non bisogna pensare che gli integratori possano sostituire un’alimentazione equilibrata né tanto meno assumerne più delle dosi consigliate.