Trapianto di capelli in Turchia? Le opinioni di chi lo ha provato

La tecnica FUE funziona, almeno secondo quelli che l’hanno provata

Trapianto di capelli in Turchia? Opinioni e pareri di chi lo ha provato consigliano
fortemente di sottoporsi all’innovativa tecnica FUE, abbattendo i costi dell’operazione
grazie ai centri specializzati in tricologia presenti in Turchia.

Trapianto capelli in Turchia, intervento di tricologia
Trapianto capelli in Turchia, intervento di tricologia

Chi ha lo svantaggio di provare cosa voglia dire essere calvi e ha cercato sul web notizie in merito al trapianto di capelli, avrà sicuramente notato un dato rilevante riguardante la vacanza tricologica, ma cos’è esattamente? È una vacanza vera e propria, organizzata di tutto punto, dall’aereo al pernottamento, comprendendo nel prezzo finanche l’interprete e l’assistenza personale, così da seguire correttamente e senza stress le varie fasi necessarie per effettuare il trapianto capelli.

Perché la Turchia? Perché in questo paese si è sviluppata una classe medica di chirurghi estetici altamente preparati nella cura contro la calvizie, specializzati nell’esecuzione della tecnica FUE, capaci di offrire un servizio di alta qualità a prezzi competitivi rispetto a quelli del mercato italiano. Sul suolo nostrano, purtroppo, i centri tricologici chiedono cifre pressoché impossibili per chi non ha stipendi faraonici, per cui solo chi gode di invidiabili entrate economiche può permettersi di combattere il problema della perdita dei capelli. Ciò si traduce in uno svantaggio per la classe media, ossia la maggioranza della popolazione, a cui non resta altra soluzione se non accettare la caduta dei capelli o addirittura chiedere un finanziamento, con tutto l’iter richiesto per accedervi, per non contare poi gli elevati tassi di interesse.

In Italia i costi per effettuare una FUE vanno dai 6.000€ fino anche ai 12.000€, mentre con una vacanza tricologica, i prezzi si abbattono da circa il 65% fin oltre l’80%. Il costo di una simile operazione in Turchia si aggira intorno a cifre ben più ragionevoli; ciò consente a una fetta sempre più larga di pubblico di poter ovviare al problema della calvizie, il tutto per ottenere un risultato sorprendente e soddisfacente. Recensioni, video e commenti online si sprecano nel raccontare l’entusiasmo rispetto ai risultati. Chiunque concorda sull’ottima qualità del servizio erogato, dalla cura al cliente, agli ottimi hotel selezionati per il pernottamento, finanche all’eccellente riuscita dell’intervento.

In cosa consiste un intervento con tecnica FUE?

Il trapianto di capelli è una vera e propria operazione chirurgica, in cui il livello di dolore è pari a zero, in quanto viene eseguita solo dopo somministrazione di anestesia locale. Prima dell’intervento vengono, ovviamente, effettuate delle analisi di controllo, come quelle del sangue, e una visita che può sancire se la FUE può essere la soluzione ottimale contro la calvizie o se ci sono altre strade da poter seguire prima di “mettersi sotto i ferri”. Il trapianto di capelli con questa tecnica prevede che i capelli, o meglio i follicoli, siano estratti da un’area particolarmente ricca della testa del paziente, per poi essere reinseriti nell’area più rada, così da rinfoltire la zona con i propri capelli. In questo modo, l’effetto naturale è garantito e i capelli sono del tutto rigenerati. Ricrescono, possono essere tagliati e lavati, come se fossero tornati quelli di un tempo.

Ovviamente dopo l’intervento ci sono alcune prassi da dover rispettare e un percorso post- operatorio abbastanza rigoroso, ma chiunque l’ha provato si è definito semplicemente entusiasta. A fronte dei costi richiesti dalle cliniche italiane, se proprio non resta altra strada per curare la calvizie, indipendentemente dal tipo e dalla causa che l’ha fatta nascere, effettivamente la risposta chirurgica resta davvero l’unica speranza e fra i vari tipi di interventi possibili, la tecnica FUE non lascia cicatrici evidenti, quindi perché non provarla?

Potrebbe interessarti anche:

Lasciaci un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here