Gita al parco o al mare, evitiamo le scottature del primo sole

0
14

La primavera sta scaldando i motori, il caldo è alle porte e con lui le scottature del primo sole. Anche non volendo, il sole lo prendiamo camminando per strada, al parco con i bambini e nei primi week-end al mare o al parco in attesa delle vacanze.

In questi mesi il sole può risultare molto pericoloso soprattutto perché la pelle, pallida e indifesa dopo l’inverno, è particolarmente vulnerabile, ancor di più se l’esposizone è prolungata come nelle gite di intere giornate fuori porta.

Primo sole primaverile
Primo sole primaverile

La pelle è poco abituata agli ultravioletti ed è bene proteggerla con particolare attenzione per evitare scottature, macchie e un invecchiamento precoce.

Proteggerci e preparare la pelle all’abbronzatura delle vacanze è il compito in questo periodo, per questo di seguito vi abbiamo elencato alcuni consigli e regole da poter seguire.

Regole pratiche per il primo sole

  • In generale per fortificare la pelle, è bene iniziare una “dieta primaverile” a base di frutta e verdura di stagione che contengono sostanze anti-ossidanti utili per contrastare i danni del sole. Per chi non riesce ad avere una sana alimentazione, possono essere utili anche degli integratori: “Funzionano bene quelli a base di polifenoli come il tè verde, il resveratrolo, il licopene e il betacarotene”.
  • In città, con l’arrivo della bella stagione, le occasioni per stare all’aria aperta aumentano, ma il sole va sempre evitato nelle ore centrali della giornata, fra le 12 e le 16. Anche quando camminiamo per strada, poi, non dimentichiamo il cappello (se usciamo nelle ore più calde) e gli occhiali: “In città ci sono molti riflessi perché le strade sono piene di specchi, vetri e superfici lucide.
  • In gita, anche in questi casi bisogna sempre proteggersi perché, oltretutto, si comincia a svestirsi e a girare un po’ sbracciate esponendo parti del corpo che per tutto l’inverno sono rimaste coperte.
  • Al mare in questi week-end di spiaggia, sono il primo contatto a pelle nuda che abbiamo con i raggi solari e sono fondamentali per preparare la pelle ai bagni di sole delle vacanze estive. In questi casi serve una foto-protezione adeguata che va rinnovata ogni paio d’ore per proteggersi dal sole e idratare la pelle.
Tipologia dei fototipi della pelle
Tipologia dei fototipi della pelle

Consigli utili per evitare le scottature

In ognino dei casi sopra citati possiamo riassumere con questi consigli:

  • Creme solari – Prima di tutto bisogna scegliere una protezione solare compatibile col proprio fototipo. Se non si ha idea di quale sia il proprio, meglio andare in farmacia e farsi consigliare ma il linea generale una pelle più chiara ha bisogno di un fattore di protezione più alta.
  • Quando e come – Bisogna applicate le creme con cura almeno mezzora prima dell’esposizione al sole insistendo in particolare sulle zone sensibili come naso, orecchie, labbra, spalle e piedi, parti che sono spesso le più esposte. Le prime volte meglio ripetete frequentemente e regolarmente (almeno ogni due ore) l’applicazione.
  • Prudenza sempre– Il primo giorno assoluto è meglio non prendere affatto il sole o al massimo per non più di mezz’ora. Poi si va pian piano ad aumentare, il secondo tre quarti d’ora fino ad un massimo di due ore. Evitate sempre le ore più “a rischio”, cioè tra le 12 e le 16.
  • Situazioni ingannevoli – Attenzione anche quando non c’è il sole perché i raggi uv passano attraverso le nuvole e provocano gli stessi problemi.
  • Bando ai profumi – Meglio evitate l’uso di profumi perché contengono spesso sostanze che possono causare macchie scure sulla pelle.
creme solari quali scegliere
creme solari quali scegliere

Se avete consigli da poter pubblicare, scriveteci a info@cudriec.com, seremo lieti di valutare ed eventualmente inserire i vostri consigli con la firma in calce su LIFE – Mondo Persona.

Buon primo sole a tutti!!!

Potrebbe interessarti anche:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here